Mosajco

Federalberghi da oltre cento anni è l'organizzazione nazionale maggiormente rappresentativa degli albergatori italiani

federalberghipenisolasorrentina.it

Massa Lubrense

Ultimo lembo della Costiera sorrentina, e anche della Campania, con la sua Punta Campanella, poco conosciuta dai grandi circuiti turistici. Di una bellezza impareggiabile, Massa Lubrense è il più verdeggiante dei sei comuni della costiera, dove sorge l’altro giardino storico, quello del Gesù.
In questo territorio molto vasto, formato dall’aggregazione di 18 borghi, corrispondenti agli antichi casali, sono molti i punti panoramici di una bellezza struggente.
Prendete quello dove si ammira in contemporanea il golfo della Penisola Sorrentina e quello amalfitano. O dove la Punta della Campanella si protende nel mare, quasi a toccare Capri, di cui un tempo era parte.
È qui che sorgono siti carichi di storia, arte, cultura e tradizioni. Qui sorgeva un tempio dedicato al culto di Atena, fondato, secondo la leggenda narrata da Strabone, da Ellisse e dedicato in un primo tempo alle Sirene.

Il nome, Punta Campanella, lo deve al re Roberto d’Angiò che, nel 1335,
fece costruire la Torre Minerva, ricostruita nel 1566, con una funzione di protezione ai luoghi dalle incursioni dei pirati, grazie al suono di una campana.
Agorà del paese largo Vescovado, dalla cui terrazza, a picco sul mare, si ammira il Golfo di Napoli. In un lato sorge la cinquecentesca chiesa di Santa Maria delle Grazie ed il palazzo Vescovile del ‘700.
Punto di partenza di strade e stradine che conducono o alla Marina di Lobra, o ad altre frazioni. Volendo si possono percorrere 13 itinerari pedonali che si snodano tra limoneti, uliveti, castagneti e querceti, per raggiungere antichi casali e luoghi ricoperti da una fitta macchia mediterranea. In questi percorsi si incontrano memorie archeologiche, torri saracene, panorami irripetibili dove fanno da sfondo il mare e le montagne dei Monti Lattari.
È qui che sorge il Parco Marino, zona tutelata, di una bellezza unica, da visitare.

Massa Lubrense, con Sant’Agata sui due Golfi e Marina del Cantone è anche meta di un turismo enogastronomico con i suoi ristoranti stellati noti in tutto il mondo, come il “Don Alfonso 1800”, o come “I Quattro Passi” e “La Taverna del Capitano”.
Ottimi i caseifici, la produzione olearia, le nocciole, i pomodori e tanti altri prodotti tipici.



Justweb srl - Web agency - Piano di Sorrento Federalberghi Penisola Sorrentina P.IVA 01323911212
E-mail: info@federalberghipenisolasorrentina.it

Powered by Mosajco CMS